Intervista al Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Bologna, Dr. Ignazio Francisci (*)

di Giuseppe Vinci ---


(*) Nato a Palermo il 25 agosto 1952 è un Magistrato di lungo corso e di grande esperienza nella lotta alla criminalità organizzata. In magistratura dal giugno 1977, dopo un biennio in Pretura, a Cattolica Eraclea (AG), è stato trasferito all’Ufficio di Sorveglianza di Palermo dove ha lavorato dal luglio 1980 al dicembre 1984. Nel gennaio 1985 è stato trasferito al Tribunale di Palermo; assegnato all’Ufficio Istruzione Processi Penali, ha fatto parte dello storico pool fondato da Antonino Caponnetto, sulla scia dell’opera di Rocco Chinnici. Ha avuto il privilegio di lavorare con Paolo Borsellino e Giovanni Falcone e ciò fino al febbraio 1991. Trasferito a domanda alla Procura della Repubblica di Palermo, è stato da subito assegnato alla Direzione Distrettuale Antimafia e ciò fino all’agosto 1999. Ha lavorato alle indagini che portarono alla cattura di Leoluca Bagarella, cognato di Totò Riina. Tra i tantissimi processi di mafia di cui si è occupato figura quello per l’omicidio di Boris Giuliano, dirigente della Squadra mobile di Palermo, ucciso dallo stesso Bagarella nel 1979. Inoltre, il Dr. De Francisci ha guidato la Procura della Repubblica di Agrigento, dal 1999 al 2008 e, in seguito, ha ricoperto l’incarico di procuratore aggiunto di Palermo dal 2008 al 2012 e, successivamente, di avvocato generale presso la Procura Generale di Palermo dal 2012 al 2016. Dal 3 marzo 2016 ricopre l’incarico di Procuratore generale di Bologna.


INTERVISTA DR
. IGNAZIO DE FRANCISCI corr
Download IGNAZIO DE FRANCISCI CORR • 217KB

Post in evidenza
Post recenti